VIVIANO: "GRAZIE COMMISSO, MA QUALCUNO...

VIVIANO: "GRAZIE COMMISSO, MA QUALCUNO...

329VISUALIZZAZIONI

Emiliano Viviano, ex portiere della Fiorentina nonché grande tifoso viola, ha parlato ai microfoni di "TMW", nel corso di "Stadio Aperto". Queste le sue parole: "Sicuramente non si sono ottenuti i risultati previsti, vuol dire che qualche errore c'è stato. Io speravo un po' meglio all'inizio, ma era prevedibile: si era confermato un allenatore che aveva fatto bene ma non era stato confermato tra la piena convinzione di tutti. Si capisce dove si è sbagliato".

Gattuso può essere l'allenatore giusto? "Certo. Intanto è un grande allenatore, andate a vedervi cos'ha fatto, compreso quest'anno a Napoli dove molto probabilmente finirà 3°. Una roba egregia, con tutti gli infortuni che ha avuto. Al Milan pure stava facendo un miracolo con la Champions, e poi alle spalle ha trent'anni di carriera con cui potrebbe pure dare un aiuto alla famiglia Commisso. Io lo ringrazio per i soldi che ha speso e ricordo dov'eravamo quando ci hanno lasciati i Della Valle, ma magari qualcuno può dargli una mano nel farlo".

Perché De Zerbi non è considerato tra i top di Serie A? "Fa riflettere... A parte che sono un suo amico, però so che per esempio tra l'anno scorso e questo qualche grande squadra italiana l'ha cercato e ha declinato. Siccome è molto, molto intelligente so che la sua sarà una scelta molto ponderata".

Che ne pensa della Superlega? "Tipo la Corazzata Potemkin (ride, ndr). Non voglio essere troppo disfattista, è giusto pensare a nuovi modi di trovare fondi e tifosi, ma la maniera in cui l'hanno fatto, a notte fonda e se viene bene sennò pace, fa pensare. Poi tra l'altro hanno fatto la riforma della Coppa Italia che è una cagata uguale. So quale sia l'obiettivo, ma dire che decidi chi gioca e gli introiti, beh... Lo sport si chiama così per un motivo, il merito non può venir meno".

Le Verona '85 e Sampdoria '91 saranno sempre più rare? "Lo dite a me, che sono tifoso della Fiorentina... So che sarà quasi impossibile, ma voglio avere il diritto di sognare che possa succedere. Questo è lo sport, il Leicester in fondo è successo pochi anni fa, l'Atalanta non ci sta andando poi così lontana. Sono anche mezzo bresciano e faccio fatica a parlarne troppo bene, ma mi andate a vedere per favore budget e risultati? Per rimanere in tema, per me spendono meno della Fiorentina. Lavorano bene, se le cose vanno così magari tra due anni potranno investire di più".