VIOLA, UN FILM HORROR! CIAO GIGI...

VIOLA, UN FILM HORROR! CIAO GIGI...

413VISUALIZZAZIONI

Verrebbe da ridere nel commentare la prestazione della Fiorentina a Roma, se non ci fosse di che piangere. Perché la Viola scesa in campo ieri è la sintesi di tutto ciò che non dev’essere: caotica, timida, remissiva, apatica, inconcludente, senz’anima. Figlia di una idea di calcio anacronistica, avvilente, mortificante, e perdente. E diventa superfluo sottolineare gli errori dei singoli. Chi vuol bene alla Fiorentina, adesso, non può che dire BASTA. Basta con questo scempio che ogni fine settimana relega la nostra squadra a rango di provinciale. Perché se perdere a Roma ci sta, è inammissibile e inspiegabile la prestazione della squadra, così come la formazione iniziale scelta da Iachini (con almeno due giocatori, Callejon e Amrabat, fuori ruolo), visibilmente in stato confusionale. È il momento che Rocco Commisso faccia qualcosa e, in questi casi, il qualcosa da fare è uno solo: esonerare il tecnico. Poco importa se vorrebbe dire avere tre allenatori a libro paga; poco importa se significherebbe ammettere l’errore fatto in estate; poco importa se alla sosta manca ancora la trasferta di Parma, che ci risulta essere la gara decisiva per il futuro della panchina: c’è da salvare una stagione, prima che sia davvero troppo tardi. Nonostante l’affetto - immutato - che tutta Firenze nutre per Beppe. Non c’è altro da fare, purtroppo.


P.S. Ci sentiamo in dovere di salutare, con immensa tristezza, Gigi Proietti, un grande cuore giallorosso e un artista straordinario che ci ha lasciato poche ore fa, e del quale sentiremo veramente la mancanza. L’ennesimo grande personaggio - un maestro - portato via da questo maledetto 2020. Ciao Gigi, riposa in pace. E da lassù, mi raccomando, continua a contarli... 18... 18... 18...

Articolo di Giacomo Cialdi