SCONCERTI: "STADIO? SERVONO NUOVI TIFOSI"

SCONCERTI: "STADIO? SERVONO NUOVI TIFOSI"

367VISUALIZZAZIONI

Mario Sconcerti, noto giornalista ed ex dirigente viola, ha parlato della situazione della Fiorentina ai microfoni di "Stadio Aperto", programma di "TMW Radio". Queste le sue parole: "Sono in sciopero, è una situazione stupida - ha affermato-  Sono sessant'anni che nessun fiorentino mette soldi nella Fiorentina... Parliamo di stadio, e ci vuole, ma i fiorentini nella Fiorentina non mettono mai una lira, comprano solo lo spettacolo. Pensiamo di essere a un passo da ricchezza e povertà ma non è vero, siamo un passo dietro a quanto stanno facendo gli altri, cioè lo stadio. Fare uno stadio a Campi Bisenzio significa trovare 50mila pratesi che nei prossimi anni diventano tifosi della Fiorentina, e portano tanti soldi quanto lo stadio. Un'idea nemmeno sfiorata dai nostri imprenditori, anche perché noi siamo tifosi biechi e ciechi. Parliamo di una cosa fondamentale, molto importante. Andrebbero trovati altri 200mila tifosi, 200mila tasse da riscuotere, o la dimensione della Fiorentina sarà quella del Verona. Ma vi rendete conto che le grandi città stanno andando in B? Qui si discute di stadio, di Pessina e di chi è la colpa... Sono battaglie di retroguardia, per pareggiare".

Contro lo Spezia cosa prevede? "Contro lo Spezia si vince, sono tranquillo. Non giocherà come contro il Milan, anche perché sfidavano la prima in classifica e per la prima volta in diretta televisiva di sabato sera, cosa che per i ventenni ha molta importanza. Se vinceranno, sarà perché l'hanno meritato e se ci sarà da andare in B si andrà in B, di società ne abbiamo viste fallire tante. Vorrei che diventasse una battaglia questa dei 200-300mila tifosi nuovi da trovare".