PRES. VC GRUPPO CIOCIARO: “ADESSO PENSIAMO AL FUTURO”

PRES. VC GRUPPO CIOCIARO: “ADESSO PENSIAMO AL FUTURO”

303VISUALIZZAZIONI

Seconda vittoria di fila e salvezza matematicamente raggiunta grazie alle reti di Kouame e Cutrone. Era da tanto che non si vedevano i gol degli attaccanti, tutto quello che è mancato in questa stagione difficile. Il gol dell’ex Genoa importante dopo un lungo infortunio e porta sicuramente un sorriso accompagnato da buoni propositi per l’anno prossimo. Finalmente ora è possibile fare l’analisi un po’ su tutto, soprattutto la società può iniziarsi a muovere sul mercato ed io inizierei a prendere gli svincolati: Mandzukic su tutti ed un difensore esperto come Vertonghen. A quel punto cosa bisognerebbe fare? Se è vera la voce di Gotze non saprei cosa dire, è sicuramente un talento ma non dimentichiamo che il ragazzo è stato fermato da molti infortuni ma chi lo sa se Firenze può essere la piazza giusta? In fondo è un classe ’92, ancora giovane. Ma serve anche altro: un terzino sinistro ed un altro centrocampista oltre all’acquisto di Ambrabat. Può essere davvero Naingollan?

Certo, sono nomi di una certa esperienza che con il nuovo allenatore potrebbero davvero portare in Europa la Fiorentina. Non ho proprio idea di chi sia il prossimo mister, dal mio intuito dico che sarà un nome mai uscito sui giornali, un nome che riaccenderà gli animi di una piazza che merita molto ma molto di più di una salvezza. Sarebbero tante le cose da dire ma questa squadra ha bisogno di crescere, ha bisogno di quei 4/5 acquisti mirati, con l’incognita Chiesa deludente in questa stagione. Deve ancora imparare tanto e se fossi in lui imparerei da Ribery e, se dovessero arrivare i nomi citati, ne approfitterei per crescere ma credo che il mercato sarà impostato proprio dalla sua cessione. Senza rimpianti, senza troppi giri di parole occorre pensare a ciò che sarà meglio per il bene della Fiorentina. Vorrei ringraziare il mister Iachini, ha compiuto la sua missione e sapevamo tutti cosa doveva fare, se poi qualcuno immaginava un gioco spumeggiante questo non ero io. Non è una critica ma la sua grinta ed il suo carattere fanno di lui un tecnico “tosto”, abituato al gioco duro come quando picchiava in campo. Qualsiasi decisione sarà presa dalla società resta sempre uno di noi: picchia per noi Beppe Iachini! Forza Viola!!!

Federico Malandrucco, presidente Viola Club Gruppo Ciociaro