MALCUIT: “FIRENZE BELLA ESPERIENZA...”

MALCUIT: “FIRENZE BELLA ESPERIENZA...”

154VISUALIZZAZIONI

Giorno di presentazioni in casa Fiorentina, con Kevin Malcuit, terzino francese arrivato in prestito secco dal Napoli, che si racconta dalla sala stampa del Franchi. Queste le sue parole, a cominciare da cosa si aspetta dalla nuova avventura a Firenze: "Devo dire che ho passato due anni ottimi a Napoli, anche se con l'ultimo allenatore ho giocato meno forse anche per problemi fisici. Essere a Firenze è una bella esperienza, mi permetterà di recuperare il tempo perso".

Sui suoi obiettivi e la sua collocazione tattica: "I miei obiettivi sono semplici: voglio tornare a giocare al 100% e recuperare il ritardo che ho accumulato. Sono certo che a Firenze riuscirò a recuperare la mia prestanza fisica. Il mio ruolo? Sono a completa disposizione del mister, posso giocare in qualsiasi posizione della fascia destra".

Su quando sono cominiciati i primi contatti con la Fiorentina: "Si è trattato di un mercato strano, sapevo che la Fiorentina mi seguiva ma ho atteso un contatto diretto... quando ho saputo della Fiorentina non ci ho pensato due volte perché i viola sono un grande club".

Su cosa gli ha detto Prandelli: "Lo scambio che abbiamo avuto prima che arrivassi a Firenze mi è piacuto: lui ha subito detto di avere fiducia in me e vuole che io giochi al 100% nella fascia di mia competenza. Io non aspettavo altro, tutti i giocatori sperano di sentirsi dire cose di questo tipo".

Sul suo futuro dopo i prossimi cinque mesi: "Penso che sia presto parlare di giugno, voglio giocare al meglio nei prossimi mesi per fare un buon finale di stagione con la Fiorentina. Poi vedremo cosa succederà".

Sul suo 2020: "Sì, è stato un anno difficile: quando c'è di mezzo il crociato è sempre dura ripartire, ma per fortuna ho ripreso la forza mentale e ho ripreso a migliorare partendo da questo. Sono ottimista che tutto andrà bene".

Sull'atmosfera trovata nello spogliatoio: "L'atmosfera è stata buona, questo gruppo è ottimo: ho ricevuto una buona accoglienza e in virtù di questo speriamo tutti di fare una seconda parte di stagione migliore della prima".

Su quanto gli ha fatto piacere ritrovare Eysseric: "E' sempre piacevole entrare in una squadra dove ci sono giocatori che già si conoscono, la stessa cosa è successo con Callejon. Tutti però mi hanno detto cose positive sia della città che della squadra".

Su dove si sente migliorato dopo tre anni in Italia: "Sicuramente cononosco il calcio italiano e questo è già un punto di partenza importante".