GATTUSO: “MAI INCONTRATO COMMISSO. MENDES...”

GATTUSO: “MAI INCONTRATO COMMISSO. MENDES...”

561VISUALIZZAZIONI

Rino Gattuso, ex allenatore del Napoli separatosi dalla Fiorentina ancor prima dell’inizio della stagione, è tornato a parlando attraverso i microfoni di “Repubblica”. Queste le sue parole: "Non ho l’ossessione di parlare a tutti i costi. Ho soltanto il vizio di dire la verità. Tanto, se una cosa non sta in piedi, cade da sola".

Sugli affari legati a Mendes: "Sul tema non posso parlare, ma posso ricordare la mia storia: alleno da 8 anni e non ho mai fatto acquistare un assistito di Mendes, né lui me lo ha mai imposto. Neanche una volta. Mendes è un amico: ha grandissima esperienza e mi dà consigli per la mia carriera. Io rispetto sempre i ruoli: il mercato non spetta a me, ma ai dirigenti. Io sono un allenatore ambizioso e voglio giocatori forti e funzionali alla squadra. Indipendentemente da chi sia il loro agente".

In merito alle commissioni pagate da Rocco Commisso: "Di questo tema non posso parlare, anche perché è una persona che non ho mai incontrato dal vivo".

Sulla trattativa saltata col Tottenham: “Di sicuro io non sono né razzista, né sessista, né omofobo: sono state travisate vecchie dichiarazioni mie. Io mi sono preso del terrone in tutti gli stadi: come razzista non sarei molto credibile".

Sul perché se ne sia andato da Milan, Napoli e Fiorentina: "Perché non ho la smania di una panchina a tutti i costi. Ne devo essere convinto. Per ora guardo partite, studio e aspetto. Non mi pento assolutamente di niente: posso permettermi il lusso della verità".