FINALMENTE UNA BELLA VITTORIA. DUSAN...

FINALMENTE UNA BELLA VITTORIA. DUSAN...

499VISUALIZZAZIONI

Una bella vittoria, finalmente. Un primo tempo molto convincente, da squadra vera, un risultato largo e ottime prove dei singoli (da un grande Ribery a Quarta, da Caceres a Venuti, da Bonaventura a Dragowski, da Eysseric all’allenatore...). La prima pagina se la prende di diritto Vlahovic, su tutti: implacabile nei tap-in, da stropicciarsi gli occhi in occasione della terza rete. È la serata che può cambiare una carriera che, con l’arrivo di Prandelli, ha già subito una svolta in positivo. Il serbo è letteralmente esploso negli ultimi mesi, trovando la via del gol con costanza e, in generale, dimostrando una maturità insolita per un classe 2000. Godiamocelo, mentre la società fa ciò che deve fare per blindarlo: è lui il centravanti della Viola del futuro.

Sicuramente è la serata che avvicina un po’ di più la Fiorentina alla salvezza. E le dà quel briciolo di serenità e autostima fondamentali per affrontare il Milan tra una settimana. Sì perché adesso è importante non fermarsi, e trovare quel pizzico di continuità tanto cercata nelle scorse settimane. Contro i rossoneri, il mister dovrà ripartire da qui: dagli undici che hanno battuto il Benevento, e soprattutto dallo spirito messo in campo nel primo tempo (nella ripresa sono usciti gli avversari, ma può starci un abbassamento di tensione sul 3-0). Servirà una Fiorentina come quella vista ieri per affrontare il calendario delle prossime settimane: le big in casa, gli scontri diretti in trasferta. Forza ragazzi!

Articolo di Giacomo Cialdi