FEDERICO: "IL GIOCO NON DECOLLA, MA STIAMO CALMI"

FEDERICO: "IL GIOCO NON DECOLLA, MA STIAMO CALMI"

226VISUALIZZAZIONI

Resto fermo sulle miei idee che questa ripresa di campionato è inattendibile e come recita un detto il calcio è dei tifosi. Viste le ultime annate della Fiorentina avrei voluto trascorrere un’estate tranquilla e se all’inizio ho messo le cuffie per ascoltarla in radio, appena ho avuto la notizia del rigore del Brescia mi sono incollato alla TV per il resto dei minuti e da lì è iniziata la mia partita. Detto ciò, nel primo tempo abbiamo rischiato e meritavamo di restare in dieci con Dalbert graziato.

E’ da lì che il Mister avrebbe dovuto correre ai ripari, vista anche la possibilità di effettuare ben cinque sostituzioni. Avrei sostituito immediatamente Caceres e lo stesso Dalbert essendo ammoniti. Ovvio, avrà avuto i suoi motivi e non è una critica, è un consiglio. Non è un caso che nel secondo tempo Caceres è stato espulso. Come non ha senso inserire a pochi minuti dalla fine Cutrone e Sottil. Ovvio che ora serpeggia un clima di preoccupazione tra noi tifosi ma non dimentichiamo il fatto di aver creato tanto (seppur contro un Brescia rimaneggiato) e la vittoria sarebbe stata più che meritata. Il gioco però non decolla se non da iniziative dei soliti Ribery e Castrovilli, con Vlahovic a lottare in avanti.

Il ruolo di Chiesa? Ora non ci sono scuse, è stato messo in condizioni di non occuparsi di compiti difensivi e tolto qualche spunto non è mai stato nel vivo della manovra. Certo, un giocatore come lui può pesare se manca ma se questa è la condizione attuale possiamo farne a meno per la prossima gara difficilissima a Roma contro la Lazio.

Fortunatamente il Lecce ha perso e guadagnato un punto, mettiamola così ma non per essere disfattista semplicemente per far capire che sei punti non sono pochi e se un Brescia ha strappato un punto a Firenze perché noi non possiamo fare altrettanto sabato sera? Sapevamo che la ripresa poteva essere difficile all’inizio e non credo che tutti ci aspettavamo una Fiorentina formato grande Real di Puskas e Di Stefano. Anche a me dà fastidio questo pareggio e per come siamo fatti noi viola ci condiziona l’umore ma cosa dobbiamo fare ora? Semplicemente stare calmi perché arriveranno quei punti che ci faranno stare tranquilli, ne sono certo!

Alla prossima puntata e sempre forza Violaaaaa!!!

Federico Malandrucco, presidente Viola Club Gruppo Ciociaro