DESTINATI ALLA SOFFERENZA. IL MISTER STAVOLTA...

DESTINATI ALLA SOFFERENZA. IL MISTER STAVOLTA...

268VISUALIZZAZIONI

Destinati alla sofferenza. Anche quando di fronte c’è un Genoa allo sbando e la vittoria è fondamentale. Destinati a soffrire quando riacciuffi una partita all’ultimo istante, col cuore, evitando per un pelo l’inferno.

Destinati a soffrire nel primo tempo, vedendo dieci giocatori svogliati, lenti, assolutamente avulsi da quello che è il momento - e la classifica - della squadra. La tifoseria nei giorni scorsi ha invocato a gran voce una reazione da parte, in primis, dei calciatori. Se la risposta è quella mostrata nella prima frazione di tempo, però, siamo messi molto male. Nella ripresa, senza veder niente di trascendentale, è giusto dire che c’è stata una reazione, la squadra è stata più presente e viva, più volenterosa. E l’inerzia della gara era tutta a favore della Fiorentina, fino a quando mister Prandelli - per vincerla - non ha osato con dei cambi discutibili. Onestà intellettuale ci impone di sottolineare anche quando Cesare sbaglia: ecco, Cesare ieri non ci è piaciuto.

Adesso, c’è chi guarda il bicchiere mezzo pieno (il carattere del secondo tempo, il pareggio che è evidentemente meglio della sconfitta) e chi invece vede solo il bicchiere mezzo vuoto ed è giustamente molto, molto preoccupato. Le prossime gare, alcune decisamente complicate se non proibitive, diranno quanto è grave la malata Fiorentina e quanto dobbiamo preoccuparci. Serve una inversione di trend, e serve al più presto.

Articolo di Giacomo Cialdi