DAL '34 AD OGGI: QUANDO IL CALCIO SI E' FERMATO

DAL '34 AD OGGI: QUANDO IL CALCIO SI E' FERMATO

109VISUALIZZAZIONI

A partire dal lontano 1934, anno della vittoria dell'Italia ai Mondiali, la Serie A ha vissuto più di un momento in cui il calendario è stato cambiato per eventi esterni. Sulle pagine de "Il Corriere Fiorentino" questa mattina in edicola si ripercorrono tutte le volte che il calcio italiano si è dovuto fermare di fronte a disastri o tragedie. Negli anni '50 il compito di rinviare le partite era esclusiva del maltempo, soprattutto nel mese di gennaio, ma il vero rinvio di una giornata del campionato su decisione della FIGC avvenne nell'autunno del 1963: l'Italia del ct Edmondo Fabbri giocava contro l'Urss uno spareggio per qualificarsi al Campionato Europeo e il campionato fu sospeso. Stessa decisione in occasione del primo storico sciopero dei calciatori, nel 1996. Poi ci sono le interruzioni dovute ad avvenimenti luttuosi: dalla morte del tifoso del Genoa Vincenzo Spagnolo nel 1995, a quella dell'ispettore Raciti nel 2007. Poi la scomparsa nel 2012 di Pierpaolo Morosini e quella di Davide Astori nel 2018. Oggi a mettere in ginocchio la Serie A è stato il Coronavirus.