Corvino: "Commisso è un regalo dei Della Valle. Chiesa sarà da top club"

Corvino: "Commisso è un regalo dei Della Valle. Chiesa sarà da top club"

362VISUALIZZAZIONI

Pantaleo Corvino, ex direttore generale della Fiorentina, si è raccontato in una lunga intervista rilasciata a "Tuttosport", partendo proprio da Rocco Commisso: "Il suo entusiasmo darà energia ai fiorentini. E' intelligente, ha comprato la società a una cifra interessante". Allora viene spontaneo chiedergli perché i Della Valle non abbiano alzato il prezzo: "E' stato un atto d'amore verso Firenze, sapendo a chi avrebbero lasciato la squadra". Sugli acquisti passati, tra colpi e flop: "Chi lavora commette errori. Ad esempio, Dabo ed Eysseric ho preferito darli in prestito in passato". Su Federico Chiesa: "E' uno dei più grandi calciatori in A: in futuro sarà da top-club". Tra le operazioni di mercato cui è più legato, Corvino ricorda Toni: "Al suo debutto ero terrorizzato al pensiero di quanto l'avevo pagato. Poi fece 31 gol e vinse la Scarpa d'Oro". Sul "suo" Castrovilli: "Gli ho sempre detto di migliorare nella corsa, di lavorare sodo. Ha una grande abilità tecnica di base, si è sacrificato e sta raccogliendo i frutti. Sul suo secondo ciclo a Firenze: "E' il mio rimpianto, perché credo di aver dato il meglio soddisfacendo anche la richiesta di tagliare il monte ingaggi insostenibile. Mi spiace non aver dato peso a quei messaggi, sbagliati, che alteravano la realtà. L'anno scorso abbiamo giocato un girone intero perdendo solo due volte e siamo arrivati in semifinale di Coppa Italia".Sulle dichiarazioni stizzite di Pioli dopo la gara con la Lazio: "Non so cosa sia successo con la società, credetemi". Domani, al Franchi, andrà in scena Fiorentina-Inter: "Sono certo che la squadra di Conte farà fatica".Su Montella: "E' una persona intelligente e sa che alla fine nel calcio contano solo i risultati".