COMMISSO: “SARÒ IL PRIMO A DIFENDERE GATTUSO”

COMMISSO: “SARÒ IL PRIMO A DIFENDERE GATTUSO”

337VISUALIZZAZIONI

Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, ha parlato ai microfoni di “Radio Bruno” dell'arrivo di Rino Gattuso e non solo. Queste le sue parole sul neo tecnico viola: "Credo che a tutti sia piaciuto l'ingaggio di Gattuso come allenatore. Io con lui ho messo la mia parola, ma sono stati Barone, Pradè e mio figlio a convincere Gattuso a venire a Firenze. Quello che ha fatto lui nella sua vita è molto simile a quello che ho fatto io nella mia. Credo che lui sia un bravissimo allenatore, i risultati parlano per lui. È una grandissima persona, molto umile. Parla faccia a faccia come piace a me. Lui lo sa, che quando cominceranno le critiche io sarà il primo a difenderlo. Nel 2006 vedevo Gattuso vincere il Mondiale con la Nazionale, adesso è il mio allenatore. Mi ricorda molto me da giocatore. In un ipotetico scontro tra me e Gattuso in campo chi avrebbe avuto la meglio? Ce la saremmo giocata..."

Sulla Calabria: "Ho promesso che prima o poi devo ritornare al mio paese in Calabria. Forse questa estate ad agosto andrò lì. E vorrei in qualche modo aiutare Marina di Gioiosa Ionica. Mi manca l'Italia ma devo pur lavorare per portare soldi a Firenze. Tornerò ad agosto".

Ancora su Gattuso: "Ho parlato con lui ed è rimasto impressionato dalla bellezza del futuro Viola Park: speriamo che si possa completare in un anno o un anno e mezzo. Tutti i fiorentini vogliono che la Viola torni dove meriti. Dobbiamo mettere la squadra a posto per dare soddisfazione ai nostri tifosi".

Sul prossimo campionato: "Sì, ho voglia di calcio. Oggi ho visto la Primavera, i ragazzi hanno giocato molto bene ma non sono stati fortunati. La Juventus ha fatto un tiro in porta e ha vinto. Mi ha fatto molto piacere rivedere i tifosi oggi allo stadio, spero di risalire presto in classifica anche lì: si sentiva un bel "casino" dalla televisione, con i cori e le bandiere. È bello che i ragazzi siano accompagnati dal tifo".