AMRABAT: “FIRENZE? LA RESPONSABILITÀ...”

AMRABAT: “FIRENZE? LA RESPONSABILITÀ...”

272VISUALIZZAZIONI

Il centrocampista della FiorentinaSofyan Amrabat, ha rilasciato oggi un'intervista al canale ufficiale del Club viola. Queste le sue parole: "Se sei un vincente, vuoi vincere sempre. Se la partita va male, è meglio non parlarmi. Per i fiorentini la Fiorentina è tutto e io sento una responsabilità nei confronti di tutto questo. Non è soltanto un lavoro, lo faccio per le persone, è la loro vita e possiamo renderle felici. Nelle giovanili dell'Utrecht avevo circa 200 compagni di squadra e forse 2-3, al massimo 4, riuscivano ad arrivare in prima squadra. Ogni giorno prendevo l'autobus davanti allo stadio per tornare a casa e sapevo per cosa stavo lavorando". 

Stadi vuoti? "Bisogna pensare a chi si trova in difficoltà, ma per noi giocare senza pubblico fa la differenza: in tutto il mondo il livello si è un po' abbassato". 

Le mie origini? "Sono marocchino, i miei genitori e i miei nonni pure. Quando vado in Marocco sento dentro di me di essere a casa. Anche l'Olanda lo è. Ma il Marocco è unico". 

Il futuro? "Non ci penso troppo, perché puoi avere idee e progetti ma tutto può cambiare da un giorno a un altro e al momento mi concentro sulla Fiorentina. Sulla mia crescita. Magari fra due anni la Fiorentina sarà la migliore squadra italiana. È difficile, ma nel calcio non si sa mai. Basta vedere come stanno andando le cose questa stagione e quante cose siano cambiate da quella scorsa".