Viola Club New York: "Grande Rocco Commisso. Adesso occorre pazienza"

Viola Club New York: "Grande Rocco Commisso. Adesso occorre pazienza"

343VISUALIZZAZIONI

Direttamente dalla Grande Mela, tre esponenti del Viola Club New York hanno commentato ai microfoni dei media presenti l’arrivo di Rocco Commisso e il Tail-Gate in programma prima della partita contro il Benfica.

Massimo Balestri

"E' una vecchia tradizione americana: ci si ritrova nei parcheggi dello stadio, si apre i portelloni e si fa festa con bere e mangiare. Lo faremo anche noi prima della partita con il Benfica e abbiamo già 40-50 prenotazioni. I panini con la finocchiona? Abbiamo dei fiorentini di un negozio in New Jersey che fanno la schiacciata. La riempiamo con finocchiona, prosciutto e quant'altro: una cosa molto toscana. Chi aspettarsi? Spero di vedere Giuseppe Rossi. Doveva venire anche ad una cena ieri, speriamo di vederlo alla partita. Ma mi pare d'aver capito che anche Rocco si presenterà. La Fiorentina? Penso che come ha detto anche a me, Commisso deve imparare. Era molto preoccupato del Fair-play quando ci ho parlato, quindi penso che sarà un anno di transizione. Ci vorrà pazienza".

Andrea Fiano

"Penso che quella della nuova Fiorentina sia un'avventura che avrà bisogno di tempo. Rocco però non lo farà tanto per fare: vuole riuscire anche nel calcio. Commisso? Bisogna dargli tempo per capire tutto. Con i Cosmos ha fatto una grande scommessa e sta lottando come un leone. C'è la disponibilità non solo di cuore ma anche economica, quindi bisogna essere fiduciosi. Dovremo vedere di chi si circonda. C'è da dire che comunque era finito un ciclo e ci è andata bene. Abbiamo un personaggio che vuole far bene".

Filippo Miniati

"Io mi aspetto molto da questa nuova proprietà. Non subito ma le aspettative sono alte. Il calcio italiano è diverso da quello americano, quindi per Commisso ci vorrà almeno un anno di ambientamento per capire le dinamiche del calcio. Io ero già qua quando venne la Fiorentina di Paulo Sousa e si ebbero subito sensazioni positive. Diverse da quelle che abbiamo adesso però anche adesso ho sensazioni positive. In ogni caso ci vuole pazienza: stiamo a vedere cosa proporrà il mercato ma Pradè non si farà trovare impreparato. Con la sua esperienza attrezzerà la squadra al meglio. Questione Chiesa? Credo che rimarrà almeno questo campionato. Poi probabilmente è un giocatore da altri lidi, ma questo campionato resterà a Firenze".