Pessina: "Restyling del Franchi? No perché...

Pessina: "Restyling del Franchi? No perché...

136VISUALIZZAZIONI

Andrea Pessina, Soprintendente dei Beni Culturali, ha commentato a Lady Radio l'impossibilità che la Fiorentina faccia un restyling dell'Artemio Franchi: "È saltata l'ipotesi della ristrutturazione del Franchi così come ci è stata proposta dalla Fiorentina, nell'unico progetto visionato. Il Franchi è un monumento e Nervi è una figura importante del nostro patrimonio: chi mette le mani sul Franchi ne deve tenere conto e deve fare proposte accettabili. Le richieste non sono state ritenute accettabili perché le demolizioni non sono possibili. L'unica richiesta era che per risolvere il problema della distanza delle curve dal campo di gioco si volevano demolire con una parte consistente dello stadio, per poi ricostruire qualcosa più vicino. Era accettabile costruire le due nuove curve, ma a patto di mantenere anche le vecchie. E Commisso ha scartato quest'ipotesi fin dall'inizio".

Gli incontri con Commisso? "Sono stati due. Devo dire ci siamo sempre confrontati in un clima di grande rispetto, ma da due mesi non ho più sentito nessuno. Anche perché noi abbiamo avviato la verifica dell'interesse culturale che si concluderà con una proposta di vincolo e sostanzialmente con i paletti entro i quali muoversi se si vuol mettere mano al Franchi. Ho fatto un sopralluogo con Nardella ad inizio settembre e ha convenuto che le nostre richieste fossero congrue: abbattere il 30-40% della struttura è troppo".

Se accetteremo eventuali altri progetti? "Sì, ma credo che da imprenditore Commisso preferisca costruire ex novo uno stadio che risponda alle sue esigenze piuttosto che mettere mano ad una costruzione che poi lo vincola inevitabilmente. Quelli che lui ha chiamato ostacoli sono i paletti al fatto che voglia demolire il 30-40%. Capisco che venga dall'America, dove ci sono molti meno vincoli. Ma noi difendiamo molto di più la nostra identità".

La Mercafir? "Lì non mi risulta ci siano vincoli. I fiorentini e i tifosi della Fiorentina possono stare tranquilli da quel punto di vista".