Rassegna stampa: la Fiorentina sui quotidiani in edicola

Rassegna stampa: la Fiorentina sui quotidiani in edicola

505VISUALIZZAZIONI

L'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport riporta e commenta la squalifica arrivata a Franck Ribery per le spinte all'assistente Passeri al termine di Fiorentina-Lazio. La stangata è arrivata, e il francese si è preso tre turni di squalifica più una multa da 20.000 euro. FR7 ha capito l'errore e via social ha chiesto scusa a tutti (leggi qui), pretendendo però un rispetto per la Fiorentina che secondo lui non c'è stato. Oggi la società deciderà se presentare o meno ricorso alla Corte d’appello. Difficile che lo faccia: rispetto al precedente di Borja Valero, che prese 4 turni di stop, il club viola ritiene tutto sommato di essersela cavata.

La Nazione questa mattina in edicola si domanda come la Fiorentina di Montella farà fronte alle assenze che avrà almeno per due partite. Oltre alla squalifica di 3 giornate inflitta a Ribery, c'è la squalifica di Ranieri (1 giornata) e gli infortuni di Caceres e Lirola che verranno valutati meglio nei prossimi giorni. Il tecnico viola dovrà dunque trovare un nuovo assetto tattico, e la possibilità di tornare al 4-3-3 di inizio stagione è forte. In quel caso Pezzella e Milenkovic andrebbero al centro con Venuti e Dalbert terzini e Sottil-Chiesa da esterni di uno tra Vlahovic e Boateng come punta centrale. Restasse invece il 3-5-2, in difesa sarebbe il turno di Ceccherini edavanti resterebbe Chiesa accompagnato o da Vlahovic o da Boateng.

Il Corriere dello Sport – Stadio di oggi riporta la squalifica di 3 giornate inflitta a Franck Ribery dopo la spinta all'assistente Passeri. Una decisione che in casa viola è stata attesa con relativa tranquillità, consapevoli che l'assenza dai campi del francese sarebbe stata non di brevissima durata. Anche perché con Montella invece era stato risolto quasi in un battito di ciglia il contenzioso. I dirigenti viola - scrive il quotidiano - assicurano che già domenica notte tutto era stato chiarito, visto che Montella e Ribery sono quasi come fratelli. Da lì poi anche le scuse pubbliche del francese via social, nel tentativo inoltre di ottenere minor rigidità da parte del giudice sportivo.