Rassegna stampa: la Fiorentina sui quotidiani in edicola

Rassegna stampa: la Fiorentina sui quotidiani in edicola

179VISUALIZZAZIONI

Il titolo in prima pagina a commento del pareggio della Fiorentina con il Brescia del Corriere dello Sport - Stadio è: "Si può fare di più". La squadra di Montella raggiunge il sesto risultato utile consecutivo, ma interrompe la striscia di vittorie e soprattutto palesa dei limiti dal punto di vista del gioco. Per la prima volta - scrive il quotidiano - si è notata l'assenza di una prima punta perché né Chiesa né RIbery sono mai riusciti a trovare spazio con continuità. Pedro era in panchina e Vlahovic è entrato a venti minuti dalla fine: dopo 6 partite con la stessa formazione adesso qualcosa potrebbe cambiare.

La Gazzetta dello Sport commenta la partita andata in scena ieri sera tra Brescia e Fiorentina sottolineando come l'emozione pi grande sia stata l'azione di Tonali per il gol, poi annullato, di Aye al 4'. Questa bella promessa non viene mantenuta dalla partita, che si svolge senza particolari emozioni nonostante l'inserimento di Balotelli nel secondo tempo. La Fiorentina con l'attacco leggero ma pesante viene imbrigliata dalla difesa avversaria ma, anche se fa un passo indietro dal punto di vista del gioco e interrompe la striscia di vittorie consecutive, porta a sei i risultati utili di fila. Da segnalare il voto in pagella che la rosea assegna a Dragowski: un s.v. che racconta l'inoperosità del portiere polacco della Fiorentina.

Il sesto risultato utile della Fiorentina arriva senza il salto di qualità, scrive l'edizione odierna de La Nazione. Una partita che ha visto protagonista il vento, con molte verticalizzazioni del Brescia nel primo tempo diventate quasi amatoriali e finite tra le braccia di Dragowski, e gli strappi dei protagonisti, che però non hanno mai trovato la via del gol. L'attacco non ha funzionato, vuoi per i problemi fisici di Chiesa vuoi perché la magia antica di Ribery non è stata liberata, e la Fiorentina ha mostrato davvero poco dal punto di vista del gioco. La settimana che viene servirà a cercare nuove soluzioni.

Il piatto era ricco e la Fiorentina aveva l'occasione per fare poker, scrive stamani il Corriere Fiorentino, ma l'asso è rimasto nel mazzo. Il pareggio lascia un po' di rammarico, ma non cancella quanto di buono fatto fin qui dalla squadra di Montella arrivata al sesto risultato utile consecutivo. Chiesa era reduce da un fastidio muscolare ma è stato lui stesso a chiedere di giocare, così come Badelj. Ribery sembrava meno ispirato del solito e la mancanza di precisione in certi passaggi ci ha messo il resto. Domenica prossima, comunque, la Fiorentina potrà giocarsi con la Lazio uno scontro per l'Europa con la Lazio, classifica alla mano.